Educazione affettiva

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Mercoledì 15 aprile al Modernissimo, ore 20.30, sarà proiettato il film Educazione affettiva.

Saranno presenti uno dei registi ed  un insegnante di ScuolaCittà Pestalozzi di Firenze.

Seguirà un dibattito cittadino.
Giovedì 16 al Liceo Pimentel Fonseca, alle ore 1630, seconda proiezione cui seguirà un confronto con insegnanti, genitori, studenti, operatori dell’infanzia.
Il  film, prodotto nel 2015 dall’Ardaco Productions, è stato girato da Felice Bondi e Clemente Bicocchi. Gli autori hanno seguito per cinque anni la vita di una classe della scuola elementare ScuolaCittà Pestalozzi.  
Educazione affettiva  è la storia di una crescita, l’attraversamento di un lento e naturale distacco di un gruppo di bambini di quinta elementare, scandito dai rituali, le ansie, le paure che accompagnano la vita scolastica, dalle loro emozioni ed ansie per il futuro nel delicato  passaggio dall’età dell’infanzia a quella dell’adolescenza.

Il film sollecita riflessioni sulla necessità di riportare la scuola alla sua dimensione sociale e culturale ponendo l’attenzione sulla centralità degli affetti e delle relazioni nei processi educativi.
In un contesto di identità  sociali molteplici e di  coesistenze precarie, anche culturalmente, dove s’ incrociano non di rado intolleranza e  violenza, fortemente connesse anche alle tematiche di genere, la scuola  diventa prepotentemente il luogo essenziale per dare spazio  ad una formazione pedagogica  ed  all'educazione ai sentimenti "differenti" fin dall'infanzia.

L'idea di portare il film a Napoli è legata all'attività laboratoriale svolta  nelle scuole e nell’università da diversi  operatori, docenti, associazioni e tra queste  Senonoraquando  da alcu ni anni è impegnata con  studenti e  insegnanti sul tema della  decodifica degli  stereotipi sessisti e  sull’educazione  affettiva ed emozionale dei giovani.
A questa iniziativa partecipa anche il seminario permanente ” Sentimenti differenti”  presso l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, condotto dalla consigliera  Simona Marino  con la presenza di  insegnanti e donne impegnate nelle tematiche di genere,  con lo scopo di  costruire un progetto cittadino per l'educazione ai sentimenti e la costruzione di identità multiple e conviventi democraticamente nella scuola.

L'evento è patrocinato dal Comune di Napoli e nasce con la collaborazione degli Assessorati  Scuola e Istruzione e Pari Opportunità. SeNonOraQuando Napoli
in collaborazione con il Gruppo di lavoro "Sentimenti differenti" - Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli

Allegati

Non sono presenti allegati in questo articolo

Contatti

Contatore Visite